Piano Transizione 5.0

Piano Transizione 5.0

Il 26 febbraio 2024 è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto-legge PNRR, in vigore dal 2 marzo, con cui è stato adottato il Piano Transizione 5.0. In data 29 aprile 2024 il decreto legislativo è stato convertito in legge, ma stiamo ancora aspettando il decreto attuativo.

Tale piano è volto a incentivare, attraverso crediti di imposta, la transizione digitale e green delle imprese italiane e rappresenta una misura cumulabile con gli aiuti di Stato. Gli interventi agevolabili sono:

  • Gli investimenti in beni strumentali materiali e immateriali tecnologicamente avanzati che generino risparmi energetici, incrementando l’efficienza energetica;
  • L’adozione, da parte delle imprese, di software che garantiscono il monitoraggio continuo e la visualizzazione dei consumi energetici e dell’energia autoprodotta e autoconsumata;
  • L’adozione di beni per autoproduzione e autoconsumo di energia da fonti rinnovabili;
  • Gli investimenti in attività di formazione nel limite del 10% degli incentivi per i beni strutturali e con un tetto massimo di 300mila euro.

Misura i tuoi consumi energetici e ottieni il credito d’imposta con Energy Team

Per accedere alle agevolazioni del Piano Transizione 5.0 dovrai misurare i consumi energetici della tua azienda e del processo per valutare il risparmio derivante dall’investimento che hai effettuato.

SISTEMI DI MISURA

Il Decreto Transizione 5.0 definisce “trainanti” quei sistemi di monitoraggio che garantiscono un risparmio del 3% sul totale dei consumi aziendali o del 5% di risparmio dei consumi del processo. I nostri sistemi di monitoraggio, oltre a garantire tali risultati, attraverso un controllo costante e l’individuazione e risoluzione delle inefficienze energetiche, consentono di recuperare fino al 65% dell’investimento effettuato per acquistarli.

SOFTWARE DI MONITORAGGIO

Grazie alla piattaforma CloE siamo in grado di digitalizzare il processo consulenziale e garantire una verifica costante delle performance dell’investimento effettuato dal cliente. All’interno del software, infatti, sono presenti alcune funzionalità dedicate, tra cui:

  • APP Diagnosi Energetica
  • APP Indici di prestazione
  • Report KPI

SERVIZI ESCo

In qualità di ESCo, siamo in grado di supportare il cliente in tutto il processo per la gestione della transizione 5.0, attraverso:

  • Servizi di Peak Shaving per individuare la gestione ottimale al fine di conseguire i risparmi indicati (solo con l’acquisto di hardware).
  • Valutazione preliminare del progetto per garantire che l’investimento sia conforme ai requisiti della norma, ossia garantisca il risparmio minimo richiesto.
  • Diagnosi energetica per l’elaborazione della certificazione ex-ante come soggetto indipendente ai sensi del decreto.
  • Certificazione ex-post e trasmissione al GSE dell’effettiva realizzazione degli investimenti e dei risparmi conseguiti.
  • Supporto nella gestione del credito d’imposta.

Il Piano Transizione 5.0 nel dettaglio

A chi è rivolto il Piano Transizione 5.0?

A chi è rivolto il Piano Transizione 5.0?

Il piano è rivolto a tutte le imprese con sede sul territorio nazionale di qualsiasi forma giuridica, dimensione, regime fiscale e appartenenti a qualsiasi settore economico.

 

Come ottenere i benefici del Piano Transizione 5.0?

Come ottenere i benefici del Piano Transizione 5.0?

Sarà necessario che il progetto ottenga una doppia certificazione:

  • Ex ante: il progetto dovrà essere certificato da un soggetto indipendente, il quale dovrà attestare che vengano rispettati i criteri di ammissibilità connessi alla riduzione del consumo totale di energia.
  • Ex post: dovrà essere certificata l’effettiva realizzazione degli investimenti in conformità a ciò che è previsto nella certificazione ex-ante.

Quali sono le agevolazioni previste dal Piano Transizione 5.0?

In tabella sono elencate le quote di credito d’imposta previste a seconda della spesa sostenuta per gli investimenti e la riduzione dei consumi energetici conseguita: